Varie

Come scegliere il Divano migliore

Tra i complementi di arredo più apprezzati nelle nostre case, il divano riveste senza dubbio un ruolo centrale.

Esso costituisce il cuore della convivialità domestica per eccellenza, ed è il miglior “alleato” per chi vuole un po’ di riposo, relax o accoglienza, o magari condividere del tempo con gli amici o la famiglia.

Per tutti questi motivi, deve avere il giusto mix tra comfort, funzionalità e gradevolezza estetica. Scegliere il divano giusto non è facile ma, tenendo conto di alcuni fattori, si potrà semplificare tale operazione.

Cosa valutare per scegliere al meglio il nostro divano

Per poter scegliere al meglio il nostro divano, è necessario prendere in considerazione alcuni parametri e caratteristiche.

Andiamo quindi a vedere quali sono.

Spazio

Innanzitutto occorre tenere a mente lo spazio che si ha a disposizione e l’ingombro che vogliamo abbia il nostro divano. Non necessariamente un divano grande è sinonimo di bellezza e comodità: anche l’ambiente che lo accoglierà sarà fondamentale.

Quindi valutare bene le dimensioni dell’ambiente domestico dove andremo a inserire il divano sarà molto importante, specie per evitare in futuro alcune problematiche come, ad esempio, un improvviso cambio di zona o un suo eccessivo ingombro.

  • Divano a due posti: ideale se si ha poco spazio a disposizione, il modello a due posti si rivelerà versatile e facile da spostare nel caso vogliate cambiargli posizione.
    Potrete optare per posizionarlo addossato a una parte, al centro della stanza oppure accostarlo a una poltrona.
HOMCOM- Divano 2 posti in legno e velluto verde, spessa imbottitura
  • Divano a tre posti: il divano a tre posti è stato pensato per arredare salotti di dimensioni medio-grandi. Adatto nel caso lo spazio a vostra disposizione sia già rilevante.
VIDA XL- Divano a 3 posti imbottito in stoffa (170x70x82 cm)
  • Divano angolare: se non siete limitati nella scelta da motivi di spazio, un divano angolare è senza dubbio il modello adatto per le vostre esigenze, soprattutto se avete un open space. Questo tipo di divano può essere addossato a una sola parete o a due.
    Caratteristica è il suo volume allungato, l’ideale per chi passa molto tempo davanti alla tv o a leggere. In quanto al posizionamento, se possibile, si consiglia di metterlo al centro del salotto.
Joy- Divano letto angolare con contenitore e penisola sinistra
  • Divano componibile: noti anche come divani modulari, sono dei divani imbottiti composti da più moduli indipendenti, da abbinare tra loro come meglio si desidera.
    Questa peculiarità ci consente di poter scegliere le dimensioni del divano a seconda dei nostri gusti ed esigenze. Basterà, infatti, assemblare adeguatamente i moduli per ottenere un modello di divano che si adatti al nostro ambiente domestico.
Festnight- 5 pezzi, Set di Divani modulari angolari in tessuto (254x213x72 cm) per 5 persone

Struttura

Il telaio rappresenta l’ossatura del divano.
Di esso fanno parte i piedi, i braccioli, lo schienale e la seduta; questo può essere costruito usando legno o metallo.

I piedini sono realizzati solitamente in legno o metallo, mentre le imbottiture sono in poliuretano espanso.

Stile

Nel momento in cui andate a scegliere il vostro divano, oltre che a caratteristiche più tecniche, dovrete necessariamente tenere conto del lato estetico, così da optare per un modello che si intoni con l’ambiente domestico dove verrà posizionato.

Ecco allora che importante sarà anche lo stile; vediamone alcuni:

  • Stile moderno: pratico ed essenziale, il moderno è lo stile che maggiormente caratterizza le scelte di coloro che comprano un divano. Colori decisifunzionalità e linee pulite lo rendono l’ideale per arredare gli ambienti contemporanei, così da rendere l’ambiente vivibile e piacevole;
  • Stile scandinavo: la semplicità è il suo tratto caratteristico. Dotati di piedini in legno, dalle linee morbide e arrotondate, nonché da forme geometriche essenziali, questa tipologia di divani è disponibile in un’ampia gamma di colori, che ci consentono di poter scegliere il modello giusto per rendere rilassante il nostro ambiente domestico;
  • Stile Chesterfield: status symbol delle classi più agiate, questo divano – dagli iconici bottoni – pur essendo datato, non passa mai di moda. Caratteristiche le lavorazioni dei suoi braccioli e della spalliera e la notevole imbottitura dello schienale. È l’ideale per chi vuole conferire un tocco vintage al proprio salotto.
SHENGFENG- Divano Chesterfield a 3 posti, rivestimento in pelle artificiale + cornice in legno

Utilizzo del divano

Sostanzialmente il divano lo potremo utilizzare per due scopi: il relax e, se necessario, come pratico letto.

  • Relax: un divano utilizzato per il nostro relax ci consentirà di godere di una pausa rigenerante.
    Ideale se vogliamo vedere un film, leggere un libro o schiacciare un pisolino diurno. Un suo vantaggio è dato inoltre dalla possibilità, in molti modelli, di reclinare lo schienale e sollevare il poggiapiedi, così da aumentare la nostra sensazione di benessere;
  • Divano letto: scegliere un modello che può divenire, all’occorrenza, un letto, si rivela spesso una soluzione funzionale e necessaria. Soprattutto se abitate in un appartamento di dimensioni ridotte.

Il rivestimento

Un altro fattore che dovrete scegliere, è costituito dal rivestimento del vostro divano.
Una caratteristica da prendere bene in considerazione non solo per motivi estetici, ma anche funzionali.  A seconda della scelta del rivestimento, infatti, potrete avere un divano più o meno comodo e soprattutto più o meno resistente a macchie ed usura.

  • Tessuto: questo tipo di rivestimento garantisce comfort e comodità. È adatto per un utilizzo quotidiano e continuativo del divano. Presenta inoltre il grande vantaggio di essere facile da pulire, il che lo rende la soluzione ideale per quelle famiglie che hanno in casa bambini e animali domestici;
  • Velluto: questo rivestimento dona al vostro salotto eleganza, specie se inserito in un ambiente classicheggiante. Morbido e liscio al tatto, il velluto è indicato nel caso vogliate creare un’atmosfera sensuale, accogliente e intima;
  • Microfibra: questo tessuto è traspirante, fresco in estate e caldo d’inverno, il che lo rende il rivestimento ideale per i divani di casa, in quanto piacevole al tatto. Il giusto compromesso, insomma, tra un divano in tessuto e uno in velluto. La microfibra è molto resistente alle macchie e si sporca più difficilmente. Inoltre, è un tipo di materiale che non provoca allergie e può essere lavato anche in lavatrice;
HOMCOM- Divano 3 posti in microfibra con schienale e poggiapiedi laterali reclinabili (198x86x97 cm)
  • Similpelle: la similpelle è un materiale sintetico che ricorda visivamente la pelle, ma è più economico e più facile da pulire. Tra i materiali preferiti per i divani, la similpelle si adatta alla perfezione a tutti i contesti dell’arredamento, rendendolo esteticamente l’ideale. Facile da pulire, se esposto al sole il suo colore non si altera, come accade invece alla vera pelle. Tutte caratteristiche che lo rendono un “evergreen” dei rivestimenti per divani.

Related Articles

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button