Psicologia

Quando sentiamo una voce dire il nostro nome: la chiaroudienza

Sicuramente a molti di noi è capitato di sentire il proprio nome pronunciato da una voce, spesso sconosciuta, quando in realtà ci trovavamo soli in una stanza. Ci siamo girati di scatto e, cercando di capire da dove venisse, magari abbiamo anche scosso la testa come per cancellare quella strana sensazione. Ma in tutto questo abbiamo sottovalutato l’opportunità di avere un dono: la chiaroudienza.

Quasi mai in maniera consapevole questa esperienza viene riconosciuta e accettata dal nostro conscio. Tendiamo a classificarla come un momento di distrazione o confusione senza considerarla con la serietà che merita, cioè quella di aver avuto un contatto con una guida spirituale.

I molti mondi invisibili della chiaroveggenza che non tutti accettiamo

La chiaroveggenza, settore più allargato di queste facoltà individuali, della quale fanno parte le percezioni come appunto la chiaroudienza, è definita come la capacità di sentire e percepire voci, suoni o presenze quando queste fisicamente non esistono.

Sentire una voce pronunciare il nostro nome: la chiaroudienza

Una guida spirituale che vuole mettersi in contatto con noi ha qualcosa da dirci. Un avvertimento, un consiglio o, spesso, una risposta che da tempo stiamo cercando e che all’improvviso si manifesterà come quella che chiamiamo intuizione. Strano pensare che in realtà non abbiamo intuito niente ma qualcuno ce l’abbia effettivamente detto.

La nostra mente razionale fatica spesso a riconoscere questi eventi. Fin da piccoli siamo abituati a chiudere le nostre percezioni, catalogando tutto quello a cui non sappiamo dare una spiegazione, o che ci risulta strano e non “normale”, come atto di fantasia, finzione o magia.

Sentire chiamare il proprio nome da una voce è definito come un fenomeno di chiaroudienza. Spesso si riconosce nei bambini perché non ancora condizionati da queste visioni limitanti. Sono capaci di percepire con la loro sensibilità questi avvenimenti.

Le guide spirituali possono restare con noi per un breve periodo o accompagnarci per tutta la vita

Se provate a ricordare, forse nella vostra infanzia riconoscete questo tipo di avvenimenti. Una voce che vi chiamava dal telefono giocattolo, un pupazzo che vi parlava o un essere che vi accompagnava e che gli adulti chiamavano amico immaginario.

Tutte queste manifestazioni possono essere chiaramente una forma di contatto che una guida spirituale ha cercato di avere con noi, e che gli adulti ci hanno scoraggiato a seguire. Possono essere interpretate dal nostro essere con connotazioni umane, anche se non lo sono. Possono avere una voce conosciuta, quella di un parente defunto, di un uomo o di una donna. Oppure può essere una voce che abbiamo ascoltato in un’altra vita.

Sentire una voce pronunciare il nostro nome: la chiaroudienza

Attraverso la pratica, chi riesce a riprendere e mantenere la capacità della chiaroudienza nella vita ha spesso una marcia in più. È capace di prevedere gli eventi, anche se in realtà questi gli sono stati suggeriti da una guida spirituale, la quale è in grado di indirizzarlo verso uno scopo più preciso e chiaro.

Ma questo fenomeno ha una possibile spiegazione scientifica?

Gli scienziati hanno cercato di dare una spiegazione a questo fenomeno, e spesso l’hanno associato come manifestazione a causa di un evento traumatico vissuto dal chiaroudiente. Come un incidente o un disturbo psicologico dell’individuo.

Nella maggior parte dei casi, sentire queste voci non è per forza correlato a un problema di natura psicologica. Spesso la manifestazione di questo particolare evento può avere una correlazione; un trauma può renderci più sensibili e, allo stesso tempo, più capaci di ascoltare anche il non udibile.

Come se un nuovo canale di comunicazione si fosse aperto.

Ovviamente, se queste voci che sentiamo persistono è naturale chiedere un parere medico, ma cerchiamo sempre di capire il messaggio che ci vogliono dare gli spiriti guida. Vedono oltre noi, ma sanno come accompagnarci nel nostro cammino.


Related Articles

3 Comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to top button